le news
del marketing digitale
scelte per te
Ecosostenibilità e digitale: due esempi di social network gree-oriented che vibrano
Posted by Amministrazione in Green, Social Media Marketing

Due social network green-oriented che vibrano perché sostengono e diffondono la consapevolezza di uno stile di vita ecosostenibile ed ecologico, due esempi di come il green viene comunicato sulla Rete:

È un social network dedicato ad “contadini virtuali”, o meglio a quelle persone che sono interessate a coltivare un orto personale, sia in campagna come in spazi dedicati in città, e a condividere sulla Rete progressi e competenze. La piattaforma, ideata da una startup italiana, funziona come un social “tradizionale”: il network è costituito da appassionati e agricoltori che, tramite la Rete, possono condividere esperienze, consulenze ed opportunità. Ogni utente costruisce il proprio profilo, dove può tenere aggiornato la crescita del proprio orto, e può interagire con gli altri utenti per scambiarsi non solo informazioni e opinioni, ma anche vendere prodotti e scambiare visite o degustazioni. Il software suggerisce anche, ai meno esperti, una serie di linee guida per iniziare a coltivare: ad esempio un algoritmo suggerisce quali prodotti coltivare a seconda della posizione geografica e del clima.

Insomma, una piattaforma funzionale che promuove le iniziative di km zero mettendo in comunicazione piccole comunità di utenti-coltivatori che, grazie alla geolocalizzazione, possono trovarsi e scambiare o acquistare i prodotti del territorio.

Grow The Planet ptrebbe sembrare a prima vista una trasposizione del celebre gioco online Farmville, ma in realtà si tratta di un vero e proprio servizio con obiettivi educativi: il social è anche sostenuto da Slow Food Italia all’interno del progetto Orto in Condotta, che dal 2004 promuove attività di educazione alimentare e ambientale nelle scuole.

Questo social network è dedicato a chi possiede un veicolo elettrico, per trovare le stazioni di servizio più vicine e ricaricare la propria auto. Il servizio è nato in Inghilterra e si è poi allargato tanto da diventare una community internazionale che raccoglie, anche grazie ai suggerimenti degli utenti, tutti i punti di ricarica sul territorio per i veicoli elettrici. È completamente gratuito e disponibili anche in versione mobile per Andorid e iPhone.

Plugsurfing non si limita però a fornire il servizio di mappatura delle stazioni, ma si propone anche di sviluppare una community per diffondere la consapevolezza di una mobilità sostenibile e a zero emissioni.

I social network vibrano perché attraverso le community e i contenuti condivisi dagli utenti generano valore e diffondono la conoscenza.

Non solo social network, ma anche le applicazioni mobile diventano green per vivere in maniera più sostenibile.

RELATED POST
LEGGI
LEGGI
LEGGI