le news

del marketing digitale

scelte per te

Cosa vibra nel panorama del web marketing e della shopping comparison? The Vortex intervista Riccardo Porta, Brand Manager di Become.

Posted byAmministrazione, in E-commerce, The Vortex Intervista

Oggi The Vortex incontra Riccardo Porta, General Manager di Become, uno dei player principali, in Italia e a livello internazionale del mondo della shopping comparison. Suoi brand italiani sono Buycentral.it e Decido: con lui ci confrontiamo sul tema del commercio elettronico e del web marketing a supporto dei merchant.

Grazie per la chiacchierata, Riccardo. Comincerei col chiederti perché oggi un’azienda che voglia vendere online debba affidarsi ad un comparatore di prezzi soprattutto in vista dell’evoluzione di Google Shopping che, man mano, sta aumentando la sua presenza nelle pagine di ricerca di Google.

Partirei subito dall’impatto che potrà avere Google Shopping sul traffico dei comparatori: le esperienze americane dimostrano come questo prodotto – e i suoi antesignani, come Froogle e Product Search – non abbiamo mai impattato significativamente sui grandi comparatori: questo non significa che non possa accadere in Italia dove la domanda finale da parte degli acquirenti online è più ridotta e quindi potrebbe essere saturata più velocemente dall’introduzione di questo nuovo prodotto. Anche per questo motivo Become sta lavorando intensamente sullo sviluppo di applicazioni mobile a supporto dei nostri merchant: in questo modo stiamo cavalcando uno dei trend attuali e del futuro prossimo.

Attualmente il supporto di Google Shopping è inesistente e questo è una fortuna per noi perché possiamo curare e far crescere la relazione con il cliente. Un domani… chissà. Se fossi io a capo di Google Shopping… te lo dico in privato! :-D

Pensi che Google Shopping sia adatto al mercato italiano?

Certamente sconterà il limite di un mercato dominato dal canale lungo ovvero da più distributori nella stessa catena del valore: in questo caso si dovrà capire quale operatore che attinge alla stessa base dati prevarrà.

Come vedi il mondo dei comparatori italiani?

La shopping comparison continua ad essere dominata da nomi storici come Kelkoo, Trovaprezzi, Ciao e Become. Leguide è il nome che sta segnalandosi anche in Italia come un attore innovativ dopo l’acquisizione di Ciao ma è un po’ presto per dire se sia sulla giusta strada perchè si stanno ristrutturando. Poi ci sono molti piccoli siti che lavorano bene sull’indicizzazione e grandi agenzie, soprattutto tedesche, che operano o sul keyword advertising o attraverso toolbar dedicate allo shopping online: in entrambi questi ultimi casi, la qualità del traffico per l’inserzionista finale è più che valida.

Become è storicamente molto attiva sul fronte della syndication ovvero della collaborazione con player di questo tipo per incrementare il numero di possibili clienti per i suoi inserzionisti: come fate a monitorare la qualità delle vostre partnership?

Oggi il 70% dei nostri merchant più rilevanti ha implementato un nostro codice di tracciamento: grazie a questo noi monitoriamo strettamente le collaborazioni più qualitative e ottimizziamo le altre.

L’e-commerce cresce però è anche uno specchio delle sfide che il digitale affronta rispetto alla congiuntura. Quali sono le tue impressioni?

Crescono le aziende che investono online e cresce la competenza con cui le più grandi monitorano e aumentano i propri investimenti: certamente sotto questo profilo l’e-commerce è molto maturato e cambiato negli ultimi anni. Accanto alle categorie tradizionali – elettronica di consumo, benessere, informatica – occorre però constatare che gli ambiti più vicini all’info-commerce come il settore immobiliare e automotive risente della crisi e si consolida attorno ai merchant che maggiormente hanno saputo costruire notorietà e capacità di definire il proprio modello di business (uno su tutti, ad esempio, Casa.it).

Qualche novità in casa Become?

Become - che ha sede centrale nella Silicon Valley e sedi in tutto il mondo incluso il Giappone dove è forte l’expertise mobile a favore di tutte le nostre countries – ha recentemente riaperto il mercato francese e acquisito un’azienda in Gran Bretagna per ampliare il panorama di recensione prodotti a disposizione dei nostri utenti. Stiamo lavorando molto su nuovi progetti sia lato consumer che azienda. E’ da poco arrivato un nuovo CEO con grande esperienza in start-up: sono certo che lanceremo soluzioni interessanti.

Grazie, Riccardo, e buon lavoro!

Grazie The Vortex e buone vacanze.