“Il futuro e l’innovazione del marketing B2B” ANES Conference 2019

ANES: ECCELLENZA DEL MONDO IMPRENDITORIALE ED UNIVERSITARIO
ALLA PRIMA B2B MARKETING CONFERENCE

Resi noti i primi nomi dei docenti che guideranno le sessioni tematiche della Conference promossa da ANES

Comunicato Stampa

Nel costante working in progress che ci porterà al go live della prima B2B Marketing Conference promossa da ANES per il prossimo 13 febbraio 2019 a Milano, sono stati ufficializzati i primi nomi degli opinion leader che – nella loro qualità di esponenti di primario livello nel contesto universitario ed aziendale nazionale ed internazionale – guideranno ed animeranno la discussione sui quattro temi portanti della Conference, ovvero: smart contents per smart business, lead generation, big data e marketing del futuro.

Stiamo parlando di:

Andrea Boscaro

Fondatore della società di formazione e consulenza dedicata al marketing digitale The Vortex (www.thevortex.it) e già Amministratore Delegato di Pangora (oggi Connexity), E’ autore dei volumi “Marketing digitale per l’e-commerce”, “Fare politica digitale” e “Tecniche di web-marketing” editi da Franco Angeli (www.facciamoecommerce.it) e  formatore professionista legato ai media digitali ed agli aspetti di marketing, business e comunicazione ad essi relativi.

Carlo Alberto Carnevale Maffé

Docente di strategia presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi. Ha insegnato in programmi internazionali della Graduate School of Business della Columbia University, della Stern School of Business della New York University, Wharton School, University of Pennsylvania, HEC Paris, Steinbeis University Berlin, MISB Mumbai (India) e del St Mary’s College of California.

Amministratore Indipendente del fondo di venture capital United Ventures Spa e di Società nazionali e internazionali del comparto Technology, Media and Finance, tra cui alcune quotate su London Stock Exchange – Borsa Italiana. E’ stato Consigliere direttivo di ABI-LAB (Associazione Bancaria Italiana) e membro del Comitato Scientifico della Fondazione Telecom Italia, di ANIE Confindustria e di Assodigitale. Membro dell’Editorial Board di Harvard Business Review Italy.

Collabora regolarmente a diverse testate giornalistiche e televisive nazionali e internazionali, ed è conduttore di una trasmissione di analisi economica su Radio24 del gruppo editoriale Il Sole 24 Ore ed editorialista economico per la Direzione Informazione di Mediaset.

Fabio Foglia

Docente della Talent Garden Innovation School e della Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Luigi Bocconi. si è laureato in informatica presso l’Università Degli Studi di Salerno. Successivamente ha conseguito un master presso l’Università Luigi Bocconi in Project and Information Management.

Dopo essersi occupato di consulenza (IT Governance per il settore bancario) ha fondato MarketMind Research, una società specializzata in intelligenza artificiale applicata e predictive analytics con sede a Milano di cui è partner. Oltre che dirigere MarketMind Research ricopre il ruolo di professore a contratto presso l’Università Luigi Bocconi e presso Talent Garden.

Ricordiamo che ogni tema verrà dibattuto a tre livelli:

  • un overview fornita da un opinion leader di settore;
  • una best practice presentata da un’azienda
  • un workshop volto a fare engagement sul tema

“Siamo soddisfatti ed orgogliosi dell’interesse dimostrato dal mondo aziendale e universitario verso la prima edizione della B2B Marketing Conference – commenta il Presidente di ANES, Andrea Boni – Il network di ANES, con le oltre 900 testate presenti in 28 comparti merceologici, ha potuto creare un’occasione di confronto concentrata sul mercato B2B, occasione che sino ad oggi mancava. I temi che verranno trattati sono i più rilevanti ed attuali per marketing manager, Ceo, imprenditori, direttori vendita e commerciali.”

La manifestazione gode già del supporto dei seguenti Partner e Sponsor: Doxa, MGP&Partners e Talent Garden come Partner – Alacre Digital, Clappit, Edenred, Gmde, RM media come Sponsor.

Condividi l’evento sui social: hastag #btbmktconference e segui l’evento su www.b2btheconference.com.

 

ANES – Associazione Nazionale Editoria di Settore

Nata a Milano nel 1995 è l’associazione nazionale di categoria che rappresenta in Italia l’editoria B2B, professionale e specializzata, su supporto sia cartaceo sia multimediale. Ad ANES aderiscono 150 aziende con oltre 900 testate presenti in 28 comparti merceologici, che raggiungono ogni mese più di 6 milioni di lettori.

Per ulteriori informazioni o approfondimenti:
Ufficio stampa ANES  –  MGP & Partners
Isabel Pepe – isabel.pepe@mgpcomunicazione.it – cell 347 4024821

L’infelice caso del video della filiale di Castiglione: dilettanti allo sbaraglio

Si tratta di un caso balzato agli onori delle cronache non più di due settimane fa, ma già sembra passato un anno. Un fenomeno che è durato giusto il tempo di rovinare la vita a una persona e alla sua famiglia, per poi essere dimenticato. Per chi non ne avesse sentito parlare, o se ne fosse già dimenticato, ecco qui la storia.  In breve: un contest interno di Intesa Sanpaolo invitava le filiali a produrre dei video “divertenti”, che li rappresentassero.

L'iniziativa video di Banca Intesa Sanpaolo

Per motivi ancora da chiarire, ma sostanzialmente attribuibili alle bassezze del genere umano, facilitate dal digitale (come anche le altezze, che oggi come ieri sono ahimè meno comuni), il video, involontariamente comico, è divenuto di dominio pubblico, con relativa gogna social per la malcapitata protagonista. Su questo fenomeno, Selvaggia Lucarelli ha scritto un post che mi sento di condividere:

Sul fronte della riflessione centrata sulle motivazioni “aziendali” di iniziative del genere, e sulla cultura corporate che le ha prodotte, ha scritto molto bene Enrico Sola nel suo blog su Il Post

Servono aziende più serie. Non nel senso di aziende che pubblichino meno balletti ridicoli con sorrisi finti da nuoto sincronizzato, ma aziende che capiscano che la “militanza affettiva” dei propri impiegati passa attraverso fatti concreti, non proclami sterili, cori da stadio e fuffa da convention.

E conclude:

Il vero danno d’immagine per uno dei principali istituti bancari nazionali è questo: il top management fa fare ai suoi dipendenti un’attività imbarazzante, non li difende dall’esposizione pubblica e, a danno fatto, non concepisce nemmeno da lontano l’opportunità di dire “forse abbiamo avuto un’idea stupida e pericolosa e non abbiamo capito come funziona Internet”, e in ultimo avvia un’inutile caccia alle streghe contro la “spia” interna”.

Osservazione personale: dato la memoria cortissima degli utenti dei social (cioè di quasi tutti noi), anche questi danni di immagine si rivelano per queste aziende del tutto temporanei. Vorrei sapere quante delle persone che hanno riso su quel video sono a conoscenza o ricordano di quale banca si tratti (ve lo ricordo io: Banca Intesa Sanpaolo).

Su questo tema aveva scritto il mio amico Luca Villani di The Van, e in tempi non sospetti: giugno 2016. Il titolo era provocatorio: La comunicazione interna? Non esiste. Scriveva Luca:

Sul piano culturale, il mondo è cambiato: i social media hanno messo fine al concetto stesso di privacy, a dispetto di ogni legge che ci obbliga a procedure inutili e fastidiose per “accettare i cookies”. Certo, i collaboratori restano un target privilegiato: ma sono parte di un target più ampio, fatto di cerchi concentrici i cui confini non sono mai netti.

Ne sa qualcosa Luca Luciani, che nel 2008, Direttore Generale di Telecom/TIM, fu travolto da una bufera mediatica perché in un suo discorso ai venditori, tra iperboli e sgrammaticature, aveva asserito che Napoleone (anzi, “NapoleTone”) avesse vinto a Waterloo.

Il filmato finì su YouTube e la sua stella si offuscò. (Ma non vi preoccupate per lui: come vedete qui, l’uomo è di quelli che cadono sempre in piedi).

Sul caso della filiale di Banca Intesa Sanpaolo di Castiglione delle Stiviere, personalmente vorrei soffermarmi su un tema forse minore, e magari specialistico, ma per me, addetto ai lavori, profondamente irritante. Premetto: promuovere la produzione di contenuti creativi da parte degli impiegati non è di per sé un’idea sbagliata, tutt’altro. Il titolo di  uno dei corsi di formazione che tengo per The Vortex è: Essere creativi. Dopo un’intera giornata di workshop, i partecipanti arrivano a scoprire che tutti loro possono essere creativi, a patto di capire cos’è davvero la creatività e attivare alcune facoltà che non ritenevano di possedere. Per fare questo occorre metodo e impegno. Ecco: promuovere la creatività dei dipendenti è un obiettivo meritorio, ma richiede progettualità, tempi e risorse. E per mie esperienza personale, raramente le aziende italiane le mettono in campo per obiettivi del genere.

Ma c’è un aspetto per me particolarmente irritante: dietro queste iniziative c’è in fondo l’idea che basti uno smartphone e un quarto d’ora di tempo per produrre qualcosa di gradevole. È un’idea profondamente ingenua e sbagliata. Attori e videomaker non ci si improvvisa. Non per questo occorre acquisire all’esterno video professionali o rinunciare. Imparare alcuni trucchi per ottenere buoni risultati (ad esempio questi) è più facile di quello che sembra. Ma occorre un progetto di lungo periodo, dei project leader, una piattaforma tecnica condivisa, e un po’ di formazione. Niente di trascendentale o di costoso. In cambio, un’operazione così congegnata coinvolge veramente i dipendenti, dà loro qualcosa di importante (nuove esperienze, nuove conoscenze, nuove sicurezze) e produce materiale di qualità infinitamente superiore. Che se trapela all’esterno, dà veramente l’idea di un’azienda davvero coesa e creativa.

“Il digital mi ha affascinata per le sue infinite possibilità”. Intervista a Jolanda Restano di Fattore Mamma

A pochi giorni dall’inizio del Digital Moms Master di FattoreMamma, abbiamo intervistato Jolanda Restano, Business Development Director e Founding Partner di FattoreMamma, agenzia di comunicazione tutta al femminile.

Come nasce il tuo rapporto con il digitale? Professionalmente o da una passione personale?

Internet mi ha affascinata sin dagli albori, perché ne vedevo le infinite possibilità. Anche nel mio lavoro “scientifico”, in una casa farmaceutica, mi sono occupata di siti Internet e curavo la parte digitale, che era agli inizi.
Da lì è nato il mio rapporto con il digitale.

Qual è il tuo rapporto con i social (o lo smartphone)?

Vivo in simbiosi con il mio smartphone, ma assolutamente non corro il rischio di diventarne schiava. Riesco sempre a filtrare il mio rapporto con i social con la giusta dose di ironia e distacco. Mi diverto, ma non mi sveglio la mattina con l’idea di farmi un selfie per dare senso alla giornata.

Ci dici un paio di siti o app a cui non potresti mai rinunciare?

Un sito di un quotidiano la mattina insieme al caffè e Tripadvisor quando devo scegliere alberghi o ristoranti.

Dall’alto del tuo osservatorio privilegiato, ci racconti come è cambiato essere mamma con l’avvento del digitale?

L’orizzonte di una neomamma con l’avvento del digitale si è aperto a molte possibilità. Se prima il rischio era l’isolamento mamma-bebè, ora grazie alla Rete le mamme riescono a fare network fra loro. Internet da un lato semplifica la vita pratica di mamma grazie e mille app utili: dalla spesa/acquisti on line alla scelta del nido; dall’altra fornisce risposte e occasioni di confronto.

Da dove nasce l’idea di FattoreMamma?

Nasce nel momento in cui non sono riuscita ad avere il part-time dopo la nascita di mia figlia e ho deciso di lanciarmi in una nuova avventura, che partisse proprio dalla mia esperienza di mamma e dalla mia passione per il mondo digitale. Abbiamo cominciato con Filastrocche.it un sito che raccogliesse filastrocche, rime e fiabe per bambini, perché mi ero accorta che in Rete non esistevano, quando le cercavo per cullare Matilde e poi è nata FattoreMamma.

Ci racconti di un’iniziativa di cui siete particolarmente orgogliosi?

Il progetto che stiamo realizzando per OVS Kids ci sta dando tante soddisfazioni, perché riunisce la parte social a quella live, con le mamme blogger che vanno a fare shopping in negozio, dove c’è la nostra redazione al lavoro o fanno lavoretti e contenuti per il sito OVS Kids. Ma devo dire che l’aspetto del mio lavoro di cui vado particolarmente orgogliosa è il team che si è creato in FattoreMamma, capace di affrontare con entusiasmo e professionalità ogni nuova sfida. Il clima che si respira in ufficio da noi è diverso da qualsiasi altro posto, credo, perché qui la flessibilità è un reale punto di partenza e il fatto di essere mamma un vero plus sul lavoro.  Proprio per questo motivo abbiamo pensato al progetto del master, una grande opportunità professionale per le mamme italiane e per le donne in generale.

 

Anche i docenti di The Vortex terranno dei corsi in occasione del Digital Moms Master che si terrà a Milano nelle giornate del 28 gennaio, 4 febbraio, 18 febbraio, 11 marzo, 18 marzo.

 

 

 

Strategia e tecniche di Web-Marketing per il mondo B2B

Il 20 Ottobre a Milano,  TIG ACADEMY terrà un corso su Strategia e tecniche di Web-Marketing per il mondo B2B. A questo evento interverrà Andrea Boscaro trattando il tema di l’Outbound Marketing.

Iscrizione: http://bit.ly/2bYUNTt

Contactlab e i nuovi canali di comunicazione “instant”

L’ 11 Ottobre al webinar online di Contactlab, Paolo Guaitani disegnerà una panoramica dei nuovi canali di comunicazione “instant” e attraverso alcuni esempi di successo metterà in luce le opportunità offerte ai brand.

Per partecipare vai quì: http://bit.ly/2dVeoK9

Social Media Week – Roma 12-16 Settembre 2016

Quest’anno la Social Media Week sarà organizzata da Business International – Fiera Milano Media e si terrà dal 12 al 16 settembre 2016 presso la Casa del Cinema nel cuore di Villa Borghese a Roma. L’immancabile evento ha l’obiettivo di esplorare l’impatto sociale, culturale ed economico del web, del digital e dei social network. Tra i relatori ci sarà anche Andrea Boscaro, formatore di The Vortex.

Per informazioni e approfondimenti: http://bit.ly/2ahO4aE

SEND Academy: due giorni di formazione digitale targati Contactlab

SEND Academy: due giorni di formazione sul Customer Engagement per imparare a comunicare efficacemente con i nuovi «DIGITAL CUSTOMER»

L’evento, ideato ed organizzato da Contactlab il 7 e 8 luglio , vedrà la partecipazione di The Vortex.

Un’esperienza immersiva in una location esclusiva tra lezioni, esercitazioni interattive in aula e momenti 1to1 con i docenti.

Per informazioni sull’evento: http://bit.ly/1sHCfQ0