Tutte le novità che Google ha messo a disposizione di chi studia o lavora nel 2020

  • La pandemia ha accelerato la disponibilità di tecnologia utile per il nostro lavoro di tutti i giorni. In rassegna le nuove funzionalità introdotte da BigG per My Business, Meet, Workspace, Analytics, Calendar, Maps, Classroom

 

La musica classica richiede un’educazione all’ascolto, ma chiunque si dedichi con una certa regolarità alle composizione di Mozart, Beethoven o Chopin, tanto per citare i compositori più celebri, avverte l’eleganza del primo, la drammaticità del secondo ed è rapito dalla ricchezza di sfumature nelle opere del terzo. Solo i più appassionati però sono consapevoli del tributo che il genio di questi tre autori deve all’evoluzione della tecnologia: senza l’invenzione del pedale tonale e del pedale di risonanza nel pianoforte infatti, la musica non avrebbe potuto arricchirsi della forza e dei colori consentiti dalla libertà che essi consentono al prodursi del suono delle corde.

L’innovazione però non è il cambiamento della tecnologia: quest’ultima si evolve per ragioni spesso proprie, indipendenti dal volere di chi se ne serve. L’innovazione è data dalle opportunità che si aprono in virtù delle soluzioni che nuove tecnologie consentono ed è quindi frutto non di aspetti tecnici, ma, nel caso della musica, artistici e, nel mondo del lavoro, da fattori organizzativi e culturali: riprodotte al clavicembalo, le Sonate di Beethoven o i Notturni di Chopin di certo non ci resterebbero nel cuore.

L’anno del Coronavirus ha visto, per le esigenze prodotte dall’aumento esponenziale della didattica a distanza, del lavoro da remoto e delle vendite online, il moltiplicarsi di nuove funzionalità messe a disposizione da parte delle grandi piattaforme digitali e di Google in particolare. Per ricordare solo le più rilevanti:

Google My Business

Lo strumento, messo a disposizione degli esercizi commerciali locali per personalizzare la propria presenza nei risultati di ricerca, ha introdotto nuovi campi per comunicare le chiusure dettate dall’emergenza sanitaria e i conseguenti servizi alternativi (es. consegna a domicilio) facendovi confluire funzionalità (come post, schede prodotto, eventi ed offerte) nate sulle ceneri di Google+ e pensate per favorire, in misura crescente, Domande e Risposte fra consumatori ed esercenti come un vero e proprio profilo social;

 

Leggi di più … http://bit.ly/3cdCMn1

I migliori tool online per mappare i siti web dei concorrenti

Molti anni fa vissi, come capita a molti, un’acquisizione: la mia azienda era stata comprata da un gruppo americano e, tra le tante cose che imparai da quella esperienza – a fronte di un super lavoro che non avevo mai sperimentato prima – fu il lavoro costantemente scandito dalla mappatura degli aspetti di distanza fra il sito che gestivo ed i siti dei competitor diretti e dal lavoro settimanale per colmare questi gap.

Il tutto si traduceva in un grande foglio excel dove ogni area di concorrenza (numero di clienti, presenza sui motori di ricerca, performance tecnica del sito, …) veniva sezionata per fattori di miglioramento e affrontata pianificando continui interventi di carattere commerciale, digital, di sviluppo, etc.

Di quell’esperienza mi porto sempre dietro, a distanza di dieci anni, questo bisogno di analizzare i concorrenti e questa necessità di servizi di tool per farlo con precisione.

Ecco qualche tool utile che la Rete offre:

 

Leggi di più … https://bit.ly/32KnjpH

Il posizionamento su Google

Quali sono i contenuti migliori da pubblicare sul tuo sito e quali sono i passaggi da compiere per fare in modo che vengano valorizzati correttamente dai motori di ricerca?

I contenuti in qualche modo rappresentano delle porte di accesso verso il sito grazie ad un buon lavoro di indicizzazione sui motori di ricerca.

A tale scopo i contenuti “evergreen”, da pubblicare sul tuo sito e che ne aiutano il posizionamento, sono il glossario con una pagina html pensata per ogni termine e i contenuti tutorial grazie ai quali riuscirete ad intercettare la curiosità e l’interesse dell’utente che li naviga.

Scopri di più … https://bit.ly/30JbdKV