#PartyLikeADeejay trionfa sui social

Mercoledì sera abbiamo partecipato a Torino a una grande festa, quella per i 35 anni di Radio DEEJAY, insieme a 13mila fan accorsi per vedere e ascoltare Linus, Albertino, Nicola Savino, Fabio Volo e la altre voci della radio al PalaAlpitour di Torino.

Sold out in pochi giorni, l’evento è stato seguito dalla diretta live su Facebook da oltre 1 milione di persone, con un picco di 25mila utenti connessi in contemporanea, 250mila interazioni generate e un post che ha raggiunto i 4.5 milioni di contatti.

 

Durante il corso della serata, dalle 21 alle 24, tutti i contenuti relativi alle festa, postati su FB dalla redazione di deejay.it, hanno sviluppato oltre 9 milioni di contatti.

Anche gli altri social hanno ottenuto risultati notevoli.

Circa 9 milioni di persone hanno visto l’hashtag #PARTYLIKEADEEJAY che ha raggiunto il numero 1 tra le tendenze su Twitter, ed è rimasto trending topic per 12 ore consecutive.

Su Instagram in 50.000 hanno seguito le stories della festa.

DEEJAY si conferma così leader nell’intrattenimento anche sui social media, con circa 11 milioni di contatti tra tutti i canali social della radio.

“Sono felice al confine con il commosso”, dice Linus, “e quello che mi rende più orgoglioso è stato aver riempito un palazzetto solo con la nostra credibilità, senza spendere nomi di artisti di nessun genere. Come avrebbe detto il Barone Frankenstein, si può fare. Basta essere Radio Deejay”.

Remarketing: cos’è e come funziona

Il remarketing è una forma di advertising online che targetizza gli utenti in base alle loro precedenti azioni sul web e consente, in questo modo, di raggiungere un pubblico di utenti che hanno già visitato un sito, una pagina web o una app.

Sul circuito Google, gli utenti vedono gli annunci della campagna remarketing mentre navigano sui siti web della rete dispaly di Google oppure quando cercano termini correlati ai prodotti e servizi offerti dal brand in questione.

Il remarketing può essere utilizzato anche su altre piattaforme, per esempio Facebook.

Questa tecnica aiuta a raggiungere persone molto interessate e fa sì che il brand resti visibile ai potenziali clienti che, magari, per qualche ragione hanno abbandonato il sito prima di concludere l’acquisto oppure che potrebbero essere interessati ad acquistare altro.

Una strategia utile, soprattutto se si pensa che, ad esempio, il 97% delle persone che visitano un sito web e-commerce abbandonano il processo d’acquisto e, quindi, risulta particolarmente interessante riportarli sul sito in seguito, magari quando avranno cercato e acquisito maggiori informazioni sul prodotto.

Scopriamo le 5 cose che le aziende si aspettano dalle agenzie digital.

Una delle più significative aree di insoddisfazione per quanto riguarda la presenza di un’azienda in Rete è la spesso complessa relazione con l’ecosistema delle agenzie digital, dalla più tradizionale web agency alle più innovative realtà che si occupano di web marketing a performance, eCommerce, social media marketing. Scopriamo insieme a Paolo Guaitani che: Condivisione, Creatività, Concretezza, Consulenza e Conoscenza sono le cinque cose che le aziende si aspettano dalle agenzie digital.

Qui il link di approfondimento: http://bit.ly/2cKX88H

Come il digitale crea lavoro

Con l’avvento del digitale, sono sempre di più i posti di lavoro che scompaiono per essere sostituiti dalle molteplici nuove tecnologie che permettono di svolgere le stesse mansioni ma in modo più semplice e rapido. L’Italia è quindi destinata a diventare una società “senza lavoro”?

Una panoramica sull’argomento è stata fatta durante il “Jobless Society Forum“, organizzato dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, pensato per riunire nello stesso momento diverse figure del settore per confrontarsi sulle possibile soluzioni per ovviare a questo problema.

Andrea Boscaro, esperto di e-commerce e digital media, in un articolo scritto per il sito “gli Stati Generali” ci parla nel dettaglio dell’argomento.

Per saperne di più: http://bit.ly/1UiHfW1

 

You Tube dà il via allo streaming a 360°

Mentre Facebook e Twitter si sfidano a colpi di streaming, You Tube fa un primo passo verso la realtà virtuale.
La piattaforma video di Google infatti, ha da poco rilasciato due importanti novità al suo interno: la diretta streaming a 360° e l’audio spaziale che contribuisce a dare un effetto sonoro molto simile a quello del cinema.

E quale miglior occasione per presentare queste due importanti novità se non il Festival di Coachella? Il famoso concerto che si tiene ogni anno negli Empire Polo Fields di Indio in California sarà il primo grande evento diffuso con  questi due importanti strumenti.

Come dice Neal Mohan, Chief Product Officer di You Tube, il suo sogno è sempre stato quello di poter veder giocare il suo idolo Magic Johnson, sogno rimasto però nel cassetto. Ora, grazie a queste due nuove tecnologie, sarà possibile vivere qualsiasi evento proprio come se si fosse realmente presenti.

Per saperne di più: http://bit.ly/1ShZqGo

Per provare l’esperienza del video 360°: http://bit.ly/1pejgdy

Con Calendar Google ci aiuta a raggiungere gli obiettivi

Si sa, ormai le nostre giornate sono sempre piene di impegni ed imprevisti, di conseguenza diventa sempre più complicato portare a termine gli obiettivi che ci poniamo all’inizio della nostra giornata o settimana.

Fortunatamente Google ha da poco introdotto all’interno della famosa applicazione “Calendar“, una nuova funzionalità che può rendere tutto un po’ più semplice: Goals.

Goals ha come unico obiettivo quello di organizzare interamente la nostra attività quotidiana dall’inizio alla fine. Se durante la giornata accade un imprevisto? Grazie a Google Goals potrete gestirlo e spostarlo mantenendo monitorato l’elenco delle vostre attività.

Per saperne di più, leggi l’articolo: http://bit.ly/23yg676