Articoli

“Il futuro e l’innovazione del marketing B2B” ANES Conference 2019

ANES: ECCELLENZA DEL MONDO IMPRENDITORIALE ED UNIVERSITARIO
ALLA PRIMA B2B MARKETING CONFERENCE

Resi noti i primi nomi dei docenti che guideranno le sessioni tematiche della Conference promossa da ANES

Comunicato Stampa

Nel costante working in progress che ci porterà al go live della prima B2B Marketing Conference promossa da ANES per il prossimo 13 febbraio 2019 a Milano, sono stati ufficializzati i primi nomi degli opinion leader che – nella loro qualità di esponenti di primario livello nel contesto universitario ed aziendale nazionale ed internazionale – guideranno ed animeranno la discussione sui quattro temi portanti della Conference, ovvero: smart contents per smart business, lead generation, big data e marketing del futuro.

Stiamo parlando di:

Andrea Boscaro

Fondatore della società di formazione e consulenza dedicata al marketing digitale The Vortex (www.thevortex.it) e già Amministratore Delegato di Pangora (oggi Connexity), E’ autore dei volumi “Marketing digitale per l’e-commerce”, “Fare politica digitale” e “Tecniche di web-marketing” editi da Franco Angeli (www.facciamoecommerce.it) e  formatore professionista legato ai media digitali ed agli aspetti di marketing, business e comunicazione ad essi relativi.

Carlo Alberto Carnevale Maffé

Docente di strategia presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi. Ha insegnato in programmi internazionali della Graduate School of Business della Columbia University, della Stern School of Business della New York University, Wharton School, University of Pennsylvania, HEC Paris, Steinbeis University Berlin, MISB Mumbai (India) e del St Mary’s College of California.

Amministratore Indipendente del fondo di venture capital United Ventures Spa e di Società nazionali e internazionali del comparto Technology, Media and Finance, tra cui alcune quotate su London Stock Exchange – Borsa Italiana. E’ stato Consigliere direttivo di ABI-LAB (Associazione Bancaria Italiana) e membro del Comitato Scientifico della Fondazione Telecom Italia, di ANIE Confindustria e di Assodigitale. Membro dell’Editorial Board di Harvard Business Review Italy.

Collabora regolarmente a diverse testate giornalistiche e televisive nazionali e internazionali, ed è conduttore di una trasmissione di analisi economica su Radio24 del gruppo editoriale Il Sole 24 Ore ed editorialista economico per la Direzione Informazione di Mediaset.

Fabio Foglia

Docente della Talent Garden Innovation School e della Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Luigi Bocconi. si è laureato in informatica presso l’Università Degli Studi di Salerno. Successivamente ha conseguito un master presso l’Università Luigi Bocconi in Project and Information Management.

Dopo essersi occupato di consulenza (IT Governance per il settore bancario) ha fondato MarketMind Research, una società specializzata in intelligenza artificiale applicata e predictive analytics con sede a Milano di cui è partner. Oltre che dirigere MarketMind Research ricopre il ruolo di professore a contratto presso l’Università Luigi Bocconi e presso Talent Garden.

Ricordiamo che ogni tema verrà dibattuto a tre livelli:

  • un overview fornita da un opinion leader di settore;
  • una best practice presentata da un’azienda
  • un workshop volto a fare engagement sul tema

“Siamo soddisfatti ed orgogliosi dell’interesse dimostrato dal mondo aziendale e universitario verso la prima edizione della B2B Marketing Conference – commenta il Presidente di ANES, Andrea Boni – Il network di ANES, con le oltre 900 testate presenti in 28 comparti merceologici, ha potuto creare un’occasione di confronto concentrata sul mercato B2B, occasione che sino ad oggi mancava. I temi che verranno trattati sono i più rilevanti ed attuali per marketing manager, Ceo, imprenditori, direttori vendita e commerciali.”

La manifestazione gode già del supporto dei seguenti Partner e Sponsor: Doxa, MGP&Partners e Talent Garden come Partner – Alacre Digital, Clappit, Edenred, Gmde, RM media come Sponsor.

Condividi l’evento sui social: hastag #btbmktconference e segui l’evento su www.b2btheconference.com.

 

ANES – Associazione Nazionale Editoria di Settore

Nata a Milano nel 1995 è l’associazione nazionale di categoria che rappresenta in Italia l’editoria B2B, professionale e specializzata, su supporto sia cartaceo sia multimediale. Ad ANES aderiscono 150 aziende con oltre 900 testate presenti in 28 comparti merceologici, che raggiungono ogni mese più di 6 milioni di lettori.

Per ulteriori informazioni o approfondimenti:
Ufficio stampa ANES  –  MGP & Partners
Isabel Pepe – isabel.pepe@mgpcomunicazione.it – cell 347 4024821

Remarketing VS Retargeting

Raggiungere le persone che si sono già dimostrate interessate al nostro brand o ai nostri servizi per riuscire a vendere o rivendere loro qualcosa è una tecnica di marketing consolidata che dà spesso buoni frutti.

In gergo “markettaro” questo procedimento viene definito “remarketing” o “retargeting”. I due termini, usati spesso come sinonimi, esprimono, però, concetti in realtà differenti.

In particolare il Retargeting si riferisce a tutte quelle attività volte a tracciare, attraverso i cookies o gli altri strumenti, i profili degli utenti di un determinato sito al fine di raggiungerli poi in momenti successivi e in altre fasi della loro navigazione online. Insomma, avete presente quando cercate un volo oppure l’ultimo gadget tecnologico e poi ve lo vedete spuntare nei banner dei siti che visitate nei giorni successivi? Ecco, quella è una campagna di retargeting, pericolosissima nel caso in cui avete navigato col computer di casa per cercare il regalo a sorpresa di vostra moglie.

Il Remarketing ha la stessa logica ma utilizza uno strumento diverso: le email. Se siete iscritti ad Amazon lo sapete: se acquistate un determinato libro, il portale di ecommerce più famoso al mondo vi manderà nei giorni seguenti numerose e amorevoli email per accertarsi che non vi perdiate il seguito di quel fantastico romanzo.

Il 25% dei 1000 più importanti retailer online fa campagne di remarketing per l’abbandono del carrello e per l’upselling.

Le tempistiche sono fondamentali nelle campagne di remarketing: alcuni studi, infatti, hanno dimostrato che le chance di reingaggiare un utente diminuiscono di dieci volte se il contatto avviene più di un’ora dopo la prima interazione.

Tenere vivo il contatto con i propri clienti o potenziali tali, dunque, è molto meno oneroso è più fruttuoso rispetto alla generazione di nuove lead, per questo le campagne di retargeting e remarketing sono una tecnica così diffusa e praticata.

 

L’inbound marketing e l’importanza del contenuto

Inbound marketing definisce tutte quelle attività di marketing che hanno come scopo quello di essere trovati da potenziali clienti (outside-in)

L’IM si definisce in contrasto con la modalità tradizionale, detta anche outbound marketing (inside-out) che è imperniata su un messaggio direzionato unicamente verso il cliente.

Tecnicamente l’inbound marketing non è necessariamente legato al mondo del digital, ma nella pratica il web è naturalmente la piattaforma in cui gli strumenti di inbound marketing si sviluppano maggiormente.

SEO, SEM, content marketing, social media sono tutte attività che puntano ad attirare potenziali clienti o, comunque, persone che facciano parte del target di interesse.

Le quattro fasi dell’inbound marketing sono: attract, convert, close e delight. Per cui si va dall’attrarre i clienti al fidelizzarli trasformandoli da “estranei al brand” a veri e propri brand ambassador.

L’elemento essenziale dell’inbound marketing, quello capace di generare l’interesse degli utenti a prescindere dalla piattaforma, è il contenuto. Un buon contenuto, che sia video, immagine, testo o una combinazione delle tre, è la chiave per coinvolgere le persone, a prescindere dalla piattaforma utilizzata per diffonderlo.

Non si vende vendendo

Uno dei grandi dualismi del marketing nasce dalla contrapposizione di due stili di vendita molto differenti, la tecnica Push e la tecnica Pull.

La prima consiste nello spingere verso il cliente (e viceversa) le caratteristiche tecniche del prodotto, la sua sorprendente tecnologia, la sua inarrivabile qualità, la sua incredibile convenienza. Un racconto egoriferito che non prevede dialogo ma vuole affascinare il cliente con i suoi incredibili effetti speciali.

Una tecnica che ha funzionato in passato e che in alcuni casi può essere ancora valida, che risulta però sempre meno efficace in un periodo storico dove non veniamo più sorpresi praticamente da nulla, abbiamo troppi input, non ricordiamo più nulla è tutto troppo nuovo, incredibile, meraviglioso per esserlo davvero.

La tecnica Pull, usata tra gli altri molto bene da Nike e Apple tanto per dirne due piccoli, quasi azzera le caratteristiche del prodotto basando il proprio storytelling sui benefici che questo avrà nella vita delle persone.

Per fare un esempio Nike non ti dirà che la suola delle sue scarpe ha 12 mm di camera d’aria pressurizzata a 200 atmosfere, ti dirà che con le sue scarpe potrai saltare più in alto. Apple non dice di aver inventato cose che non c’erano prima, ti racconta che ora sei tu a poter fare cose che non potevi fare prima.

Elevano lo stile di vita del cliente, non lo spingono a forza dentro il prodotto.

Una scelta resa ancora più redditizia oggi grazie alle piattaforme social e content, luoghi ideale per creare contenuti di valore che rispondano ai bisogni degli utenti e non si limitino a incensare i prodotti.

Racconti che coinvolgano e interessino, che accompagnino il possibile cliente verso una scelta che diventa sempre più naturale, perché il buon marketing non è quello che ti fa fare la prima vendita, ma quello che ti fa fare la seconda, la terza, la quarta e così via.

Ed è un risultato difficile da ottenere riempiendo la propria pagina Facebook esclusivamente di offerte commerciali.

Remarketing: cos’è e come funziona

Il remarketing è una forma di advertising online che targetizza gli utenti in base alle loro precedenti azioni sul web e consente, in questo modo, di raggiungere un pubblico di utenti che hanno già visitato un sito, una pagina web o una app.

Sul circuito Google, gli utenti vedono gli annunci della campagna remarketing mentre navigano sui siti web della rete dispaly di Google oppure quando cercano termini correlati ai prodotti e servizi offerti dal brand in questione.

Il remarketing può essere utilizzato anche su altre piattaforme, per esempio Facebook.

Questa tecnica aiuta a raggiungere persone molto interessate e fa sì che il brand resti visibile ai potenziali clienti che, magari, per qualche ragione hanno abbandonato il sito prima di concludere l’acquisto oppure che potrebbero essere interessati ad acquistare altro.

Una strategia utile, soprattutto se si pensa che, ad esempio, il 97% delle persone che visitano un sito web e-commerce abbandonano il processo d’acquisto e, quindi, risulta particolarmente interessante riportarli sul sito in seguito, magari quando avranno cercato e acquisito maggiori informazioni sul prodotto.

Strategia e tecniche di Web-Marketing per il mondo B2B

Il 20 Ottobre a Milano,  TIG ACADEMY terrà un corso su Strategia e tecniche di Web-Marketing per il mondo B2B. A questo evento interverrà Andrea Boscaro trattando il tema di l’Outbound Marketing.

Iscrizione: http://bit.ly/2bYUNTt

Il Marketing Persuasivo ai tempi di Facebook

Quando si vuole comunicare efficacemente su Facebook, è ancor più necessario trasmettere la componente di fiducia che il brand deve assumere agli occhi del consumatore ed una efficace “call to action” affinché la pubblicità raggiunga il suo obiettivo.

Per approfondire quì: http://bit.ly/2e3ea06

WEB WOMEN WANT: Internet Day e le pmi che hanno innovato con il digitale

Il 29 aprile si celebrerà in Italia l’Internet Day a ricordo della prima connessione del nostro Paese che, quarto nel mondo, ebbe luogo a Pisa nel 1986. Partendo da questa importante ricorrenza, oggi su “Web Women Want”, il blog di The Vortex su DRepubblica.it, si parla delle PMI che hanno saputo innovare il mercato grazie al digitale.

Alcune storie di imprese italiane legate al mondo di Internet che hanno saputo espandere il proprio raggio d’azione grazie al commercio elettronico,  sono state raccontate anche nel nuovo libro di Andrea Boscaro e Riccardo Porta edito da Franco Angeli “Marketing digitale per l’ecommerce” (qui il link al libro: https://goo.gl/MKNhCm).

Per scoprire di più, leggi l’articolo di oggi su “Web Women Want”: http://bit.ly/24jVo7Y