Big tech e notizie, le ultime novità di Facebook e Google

Mentre si discute se l’accordo raggiunto in Australia fra gli editori e le principali piattaforme digitali sia equo oppure no, crescono le funzionalità messe a disposizione da parte di questi ultimi per favorire la scoperta e la visibilità delle news e leggerle sui siti che le hanno pubblicati.

Se Facebook ha aggiunto il tab “News” nella propria app negli Stati Uniti, Google continua ad innovare il progetto AMP che consente ai siti che producono contenuti e non solo di servirsi del codice open source sottostante per migliorare la loro lettura dal cellulare.

Su Amp.dev è possibile trovare la documentazione per predisporre le news nel carosello dedicato in cima ai risultati di ricerca laddove questa riguardi una notizia e per creare vere e proprie “Amp Stories” con testi e materiali rappresentati in modalità long-form.

Se le AMP sono una tecnologia che sta estendendo la sua applicazione anche ad altri ambiti – ad esempio, l’e-commerce – Google News è invece l’ambito per definizione appannaggio degli editori ed è infatti al centro dell’annoso confronto fra questi ultimi e Google.

Buone norme sono in questo caso:

  • soprattutto se si è una nuova testate, registrarsi su Google Publisher;
  • sottoporre il feed delle news…

 

Leggi di più … http://bit.ly/3835unB