The Vortex - safer internet

Safer Internet Day: il decalogo per difendersi in rete

La sicurezza online, soprattutto per i minori, è sempre più in pericolo, col crescere dell’abitudine ad essere connessi e condividere i più diversi aspetti della propria vita.

I rischi si moltiplicano con l’aumentare delle ore di connessione. Per questo nasce il Safer Internet Day (SID), la giornata mondiale per la sicurezza in Rete. Dietro il progetto, coordinato dai Safer Internet Centre (SIC) dei singoli Paesi, ci sono INSAFE e INHOPE (due network internazionali impegnati proprio nel campo della sicurezza online), supportati dalla Commissione Europea.

La frase simbolo della campagna di quest’anno è “Be the change: unite for a better internet“, che richiama l’attenzione sul ruolo attivo dei ragazzi nel preservare la propria sicurezza in rete.

Per mettersi al riparo, infatti, ci sono dei comportamenti da adottare nel frequentare i social media e internet in generale:

  • Non fidarti ciecamente di nessuno: anche se pensi che il tuo fidanzato o la tua migliore amica non ti tradiranno mai, non condividere con loro in chat cose che non vorresti rendere pubbliche.
  • Più del 10% dei minori intervistati dal Miur sull’argomento ha confessato di condividere online i propri segreti e soprattutto foto intime (il cosiddetto sexting, in voga soprattutto tra i più giovani). Non fatelo! E soprattutto non pubblicatele sui social. Non fidatevi delle chat che si “autodistruggono”, esistono gli screenshot e il vostro interlocutore potrebbe non essere solo nel momento in cui gli inviate certe immagini.
  • Non accettate link dagli sconosciuti: attenti a chi vi invia cosa, dietro a dei link che sembrano innocui potrebbero celarsi furti di identità o altri pericoli per la privacy e la sicurezza dei vostri dispositivi.
  • Attenzione a non passare troppo tempo online: il mondo dei social è fantastico, ma anche il mondo esterno ha i suoi pregi, non perdeteveli, continuate a vivere anche nella realtà vera, oltre che in quella virtuale.
  • Attenzione ai like e ai commenti: involontariamente potreste alimentare fenomeni di Cyberbullismo che prendono di mira persone più vulnerabili.
  • Se siete voi stessi vittime di cyberbullismo non sforzatevi di risolvere da soli la situazione, chiedete aiuto, parlatene: se vi isolate i bulli hanno già vinto.
  • Non usate linguaggio violento, non fatevi coinvolgere in discussioni troppo accese, soprattutto se a cercare la lite sono solo persone che vi hanno presi di mira.
  • Preferite le amicizie che siano almeno nate offline. Sul web possono nascere intese bellissime, ma attenzione a capire veramente chi è la persona con cui state parlando.
  • Non pubblicate nulla di cui in futuro potreste pentirvi, per esempio, nel momento in cui starete cercando lavoro o vorrete entrare in una scuola che sognate frequentare.
  • Adottate sempre il buonsenso e cercate di non mettervi in situazioni difficili.

Oltre a queste semplici regole, qui trovate un vero e proprio vademecum, messo a disposizione dal Safer Internet Centre italianohttp://bit.ly/2ll5pl1Una volte che terrete presenti tutti questi punti, riuscirete a godervi il meglio di questo fantastico universo che è il web che può essere sfruttato per conoscere nuove realtà, per informarsi, per formarsi, per alimentare la propria creatività e così via.

E voi, con quale scopo navigate?