The Vortex - Primato You Tube

C’è un nuovo primato su YouTube, che ha scalzato quello di Gangam Style

Vi ricordate quando nel 2012 tutti, compresi i signori di YouTube, eravamo rimasti stupiti dall’incredibile successo di GanGnam Style che con la sua coinvolgente demenzialità aveva conquistato migliaia di persone arrivando al record di  2, 894 miliardi di visualizzazioni, stando ai dati attuali.

GanGnam Style aveva obbligato YouTube ad aggiornare le sue modalità di misurazione, attestandosi come un vero e proprio fenomeno e ottenendo la palma di video più visto di sempre sulla piattaforma.

Questo primato, però, ora è passato ad un altro video: See You Again di Wiz Khalifa con la collaborazione di Charlie Puth che ha raggiunto 2.909.814.443 di visualizzazioni nel momento in cui stiamo scrivendo.
Si tratta della colonna sonora di Fast and Furious 7 con un video che celebra il compianto Paul Walker, apparso per l’ultima volta sul grande schermo proprio in occasione di questo film.

I due video, GanGnam Style e See you Again, sono molto diversi ma hanno una cosa che li accomuna: sono vicini alle persone, creano empatia coi loro sentimenti, che siano gioia di ballare o tristezza per la perdita di un amico con il sottofondo di canzoni decisamente molto orecchiabili.

Qual è l’arma vincete di See You Again? L’umanizzazione di un attore che diventa uno di noi, una persona che ha fatto parte delle nostre vite frame dopo frame della lunghissima saga di Fast and Furious muovendosi in un universo che ci sembrava ormai di conoscere e che ce lo rende estremamente vicino.

See you again è la canzone che vorremmo dedicare a tutte le persone che, un giorno, ci piacerebbe ritrovare e celebra un sentimento tra i più comuni e coinvolgenti dell’essere umano: l’amicizia.

Sembra una storia che potrebbe raccontare ognuno di noi, è una storia che potrebbe raccontare ognuno di noi e questa è la vera forza del video.

Quindi, ogni volta che produciamo un contenuto, ricordiamoci di questa grande lezione: non c’è bisogno di inventare o di costruire grandi cose, la finzione non paga, la verità, i sentimenti che fanno parte del vissuto quotidiano di ognuno sono il più potente strumento di storytelling che ci sia.